I Giardini Botanici Hanbury su Arte tv - "Jardins d'ici et d'ailleurs" Jardin botanique Hanbury

 

I Giardini Botanici Hanbury sono i protagonisti di una puntata della serie televisiva "Jardins d'ici et d'ailleurs" diffusa dal canale televisivo Arte Tv (in lingua francese e tedesca).

La serie "Jardins d'ici et d'ailleurs"  propone in ogni puntata, ognuna della durata di circa 25 minuti, la visita dei più bei giardini del mondo, raccontati da chi se ne occupa e li gestisce.

La puntata sui Giardini Hanbury sarà diffusa in diretta su Arte tv MERCOLEDI' 28 MARZO alle 17.35, ed è visionabile sul sito del canale dal 21 marzo 2018 al 26 maggio 2018 al seguente link:

https://www.arte.tv/fr/videos/076282-002-A/jardins-d-ici-et-d-ailleurs/

Sur l’éperon rocheux du cap Mortola, entre Menton et Vintimille, le domaine de Hanbury offre un décor à couper le souffle avec son jardin botanique peuplé d’espèces exotiques importées du monde entier. On le doit au Britannique Thomas Hanbury, issu d’une famille de botanistes, qui fit l’acquisition avec son frère Daniel de ce bout de terre italienne au milieu du XIXe siècle.

Sull'affioramento roccioso di Capo Mortola, tra Mentone e Ventimiglia, il giardino Hanbury offre paesaggi mozzafiato con il suo giardino botanico popolato di specie esotiche importate da tutto il mondo. Ciò è dovuto al britannico Thomas Hanbury, proveniente da una famiglia di botanici, che acquistò con suo fratello Daniel questo pezzo di terra in Italia a metà del diciannovesimo secolo.

Agrandi et transformé par ses soins, le jardin est entré dans le domaine public en 1960. Il est aujourd’hui géré par l’université de Gênes, qui s’emploie à préserver ce lieu utile pour la recherche et instructif pour les visiteurs, en veillant à respecter le credo de son créateur : "Ne jamais aller contre la nature."

Ampliato e trasformato grazie alla passione di Thomas, il giardino è divenuto demanio pubblico nel 1960. Ora è gestito dall'Università di Genova, che si impegna a preservare questo luogo utile per la ricerca e istruttivo per i visitatori, assicurandosi di rispettare il credo del suo creatore: "Mai andare contro natura".