I percorsi per disabili motori e sensoriali nei Giardini Botanici Hanbury

Giardini Hanbury per tutti tutto l'anno

Il progetto Giardini Hanbury per tutti tutto l'anno è stata approvato e finanziato dal Sistema Turistico Locale (STL) “Riviera dei Fiori" nell'ambito del Progetto Destagionalizzazione e integrazione costa-entroterra: scoprire la Riviera e non solo, tutto l'anno in attuazione della DGR n° 862/2008 (art 15 della l.r. 4.10.2006 n. 28).

In area idonea della proprietà prossima alla spiaggia e alla piccola struttura di ristoro è stato realizzato un nuovo spazio visita attrezzato per ricevere gruppi di turisti anche con difficoltà motorie e diversamente abili.
L’area è pseudo pianeggiante ma dislocata a distanza rispetto al cancello di ingresso dei visitatori che potranno essere accompagnati in zona utilizzando un mezzo elettrico abilitato per il trasporto di persone con handicap. Tale veicolo ha due posti a sedere anteriori (uno per l’autista e uno per l’accompagnatore) e una piattaforma posteriore dotata di scivolo incernierato e cinture di sicurezza per l’imbarco di una carrozzella; attraverso un servizio di prenotazione un autista messo a disposizione dal Centro (personale proprio dell’ente o personale della cooperativa concessionaria dei servizi turistici), accompagnerà i visitatori in carrozzella e i disabili sensoriali all’area attrezzata.

veicolo elettrico  - Percorso per Disabili
veicolo elettrico  - Percorso per Disabili

Per info e prenotazioni:
OMNIA:
tel. (+39) 0184 229507
fax (+39) 0184 226029
email: info@cooperativa-omnia.com

I percorsi, progettati per essere fruibili da disabili motori e per una parte da ipovedenti, saranno di tipo sensoriale, con valorizzazione in particolare del tema floreale e delle varie percezioni correlate.

Lungo i percorsi sono stati inseriti, su appositi sostegni ancorati saldamente al suolo, cinque pannelli tattili (40 x 60 cm) con parte testuale in italiano, inglese e braille; il pannello iniziale riporta anche una mappa introduttiva in rilievo del percorso.

Il percorso ha una lunghezza complessiva di 461 m circa.

L’azione ha reso inoltre necessario interventi di ripristino/adeguamento dell’accessibilità dei servizi igienici presenti in vicinanza del percorso e la messa in sicurezza della zona, eliminando situazioni di pericolo (determinate da piante a rischio, vie di fuga, chiusure di cancelli ecc). Si è evidenziata inoltre la necessità di sistemare il fondo di camminamento dei viali circostanti il nuovo percorso in modo da risolvere possibili rischi di inciampo e cadute, che avrebbero potuto determinare gravi conseguenze per persone anziani o disabili.

Percorso per Disabili
Percorso per Disabili
Percorso per Disabili

La realizzazione del progetto - interventi effettuati

I lavori per la sistemazione del fondo del sentiero sono stati rivolti principalmente a due tratti del percorso (vedi planimetria ) che meglio si adattavano a interventi manutentivi migliorativi di un'idonea e duratura pavimentazione per disabili motori e ipovedenti.
La sistemazione del fondo dei percorsi è stata realizzata con le seguenti modalità:

  • Nel tratto superiore, in pendenza e con fondo naturale tra quota 15 e 10 m s.l.m., si è proceduto alla sistemazione delle irregolarità della sede con operazioni di spianamento di piccoli dossi e riempimento di buche e contemporanea riprofilatura della parte più accidentata del tracciato nell’intento di stabilire una pendenza media idonea per l’utilizzo da parte dei disabili. Questi interventi sono stati effettuati senza alterare l’antico fondo in pietrame al centro della sede come lungo le canalette laterali. Lunghezza: 65 m; Larghezza media: 1,5 m; Superficie: >97,5 mq.
  • Nel tratto inferiore tra quota 7 e 10 m s.l.m. circa, pianeggiante e interamente in terra, dopo una leggera scarificatura, è stata trattata con la posa di un sottofondo drenante in pietrisco per uno spessore di circa 15 centimetri: sopra di questo è stato steso manto d'usura composto da conglomerato chiuso, costituito da miscela di pietrisco, graniglia, sabbia. Inoltre per metà del tratto “I-H” è stata effettuata la posa, direttamente sulla terra, di una passerella in tavolame di legno antiscivolo, con mancorrente in corda in poliestere fissato su pali di castagno. Lunghezza: 346 m; Larghezza: da 1,5 a 2,5 m; Superficie: 697 mq.
  • Nei tratti sprovvisti di protezioni laterali della pavimentazione in terra naturale, è stata eseguita la posa in opera (su di un solo lato nei tratti lungo le mura perimetrali dei giardino, su entrambi per il resto) di tavole in abete con spessore di cm 3, lunghezza di cm 400 ed altezza di cm 15, tramite fissaggio con paletti in ferro del diametro di mm 16. Lunghezza: 345 m.
  • Fornitura e fissaggio di mancorrente in corda in poliestere con diametro di cm 2 su pali di castagno per un'altezza totale di m 1,50, diametro 4-6 cm, debitamente fissati al suolo ad una distanza di ml 1,5, oppure sui pali dei pergolati ove esistenti. La corda presenta nodi di segnale in corrispondenza di interruzioni, inizio e fine tratti di percorso. Lunghezza: 365 m.

Lungo i percorsi sono stati inseriti, su appositi sostegni ancorati saldamente al suolo, cinque pannelli tattili (40 x 60 cm) con parte testuale in italiano, inglese e braille; il pannello iniziale riporta anche una mappa introduttiva in rilievo del percorso.
La progettazione del percorso ha dovuto tenere conto della necessità di evitare interferenze con possibili testimonianze archeologiche e col rispetto dei caratteri del luogo vincolato come bene architettonico-paesaggistico e archeologico.

Cartina - Percorso per Disabili

Fig. 2 - Localizzazione dei principali interventi

La figura 2 riporta uno schema degli interventi progettati e realizzati. Gli interventi accessori, di cui si è fatto cenno, sono consistiti in:
  • Sistemazione del manto di usura del Viale degli Olivi e del tratto di raccordo fra questo e la parte inferiore del nuovo circuito, tratto fortemente compromesso dall’erosione, bruscamente ripido e pericoloso da percorrere.
  • Riparazione e adeguamento degli accessi ai servizi in zona bar.
  • Interventi di sistemazione di cancello di accesso e di fuga lato Est
  • Interventi diffusi di sistemazione della copertura vegetale
  • Interventi di potatura di grandi alberi finalizzati soprattutto a eliminare situazioni di rischio.

Test del percorso

Il giorno 14 gennaio 2014, il Presidente dell'Unione Italiana Ciechi, sezione di Imperia, sig. Cesare Longordo, insieme alla sig.ra Patrizia Fedrighi e al sig. Fabrizio D'alessandro hanno gentilmente aderito all'invito del Presidente dei GBH, prof. Mauro Mariotti e insieme ad alcuni membri dello staff hanno testato il percorso per ipovedenti fornendo alcuni suggerimenti per ottimizzare la fruibilità del percorso stesso. Il percorso sarà inaugurato ufficialmente sabato 10 maggio 2014 e a partire da questa data sarà fruibile per tutti i visitatori.

test percorso disabili

Sig. F. D'alessandro - Sig.ra P. Fedrighi - Sig. C. Longordo

Inizio - Percorso per Disabili

Sig.ra P. Fedrighi - Sig. F. D'alessandro - Sig. C. Longordo

Pannello - Percorso per Disabili

Sig. C. Longordo

Inaugurazione del percorso

Sabato 10 maggio 2014 ha avuto luogo l'inaugurazione ufficiale del percorso, erano presenti il Presidente del Centro, Prof. Mauro Mariotti, la curatrice dott.ssa Elena Zappa e la dott.ssa Guglielmi, la guida della Coop. Omnia, Jamila Chilà, il Presidente della sezione provinciale dell'Unione Italiana Ciechi, sig. Cesare Longordo, il Presidente dell'Istituto David Chiossone per ciechi e ipovedenti ONLUS di Genova, dott. Claudio Cassinelli, il CTS (Centro Territoriale di Supporto di Imperia) con i docenti operatori Alina Savioli e Roberto Zaccaro (anche in veste di consigliere dell'U.I.C.I.), il Presidente dell'APEVD (Association Parents d'Enfants Déficient Visuels) di Nizza, sig. Philippe Dubois con alcuni membri dell'Associazione, il Comandante dell'Arma dei Carabinieri di Ventimiglia , Cap. Sanna.